C.A.I. Sezione Biella


Vai ai contenuti

Gruppo Speleologico Biellese - I segreti della grotta Movile.... la grotta dei Marziani

l Gruppo Speleologico Biellese del CAI di Biella presenta mercoledì 26 Novembre alle ore 21 il secondo appuntamento presso la Sala Convegni della Biverbanca di via Carso 15.
Siamo arrivati sulle stelle! In questi giorni i media ci stanno informando sui risultati strepitosi della missione della sonda “Rosetta” e di “Philae” che dopo 10 anni ha centrato l'obbiettivo di scendere su di una cometa... e il CAI dove vi porta? A cercare i “
marzianisot'tera!

<I segreti della grotta Movile.... la grotta dei Marziani>
Un “viaggio” sul pianeta Marte... ma sotto i nostri piedi
Relatore Tiziano Pascutto

Alcuni tra i più importanti ricercatori della NASA, all’interno di un progetto la cui principale preoccupazione è quella di indagare l’esistenza di vita su Marte, hanno messo a confronto le condizioni di vita del “Pianeta Rosso” con quelle di una grotta della Romania, la Movile Cave.
La grotta è situata nella Dobrogea meridionale (Sud-Est della Romania), a circa 1 km ad ovest di Mangalia, città sul Mar Nero. Scoperta dal dr. Cristian Lascu nel 1986, questa cavità è considerata unica al mondo per il suo ecosistema ed è stata isolata dall’esterno per circa 5,5 milioni d’anni. La sua fauna terrestre comprende al momento oltre 50 specie, 33 delle quali endemiche, caratterizzate da numerosi elementi troglobi “cavernicoli”; è altresì notevole la sua fauna acquatica, comprensiva oltre 17 specie, 5 delle quali endemiche.
Quello che andremo ad affrontare sarà quindi un viaggio virtuale sul pianeta Marte, ma… sotto ai nostri piedi!
La videoconferenza, la cui finalità è prettamente di carattere divulgativo, esalterà la vita che può svilupparsi in condizioni ritenute dai più impossibili e l’importanza degli ambienti ipogei che sono, nella maggioranza dei casi, frutto delle scoperte di chi svolge attività speleologiche.
Per informazioni
, sede CAI a Biella, via Pietro Micca 13, tel 01521234.

K2 – la montagna degli italiani

Sabato 29 novembre alle ore 21 presso l'Auditorium di Città Studi in via Pella 2/b, il CAI Biella ricorda i 60 anni dalla prima ascesa al K2 con Michele Cucchi, guida alpina di Alagna Valsesia, che ha partecipato alla spedizione "K2-60 Years Later" promossa dal comitato EvK2CNR e coordinata da Agostino da Polenza, e la sua proiezione
<K2 – la montagna degli italiani>
un'avventura italo-pakistana a 60 anni dalla prima scalata
“Siamo in cima!!! 4.30 del 26 luglio”. Il grido liberatorio di Michele Cucchi, per gli amici “il Lungo”, contiene tutta l’emozione, la fatica, lo sforzo estremo, quando ha toccato il cielo del K2. E' il suo primo ottomila, e che ottomila: il più difficile di tutti.
Sono passati 60 anni da quando Compagnoni e Lacedelli per primi conquistarono la vetta della seconda montagna più alta del mondo, Il K2.
La spedizione “K2 60 Years later” è stata organizzata in riconoscimento ai pakistani che resero possibile la conquista del 1954. Cucchi fa parte del team insieme ai suoi compagni pakistani a cui in questi anni ha fatto scuola di soccorso e di tecniche alpinistiche. Prima di Cucchi sono andati in cima 6 dei 7 alpinisti pakistani del team: un grande successo per la prima spedizione pakistana della storia che ha voluto salire la montagna simbolo del proprio Paese in modo autonomo e non in supporto ad altre spedizioni straniere.
Michele era partito con un profilo basso. “Vado a fare il mio lavoro – aveva detto – che sarà prima di tutto quello di dare una mano ai ragazzi pakistani per aiutarli a salire in vetta al K2?.
Infatti i ruoli oggi verso quelli del 1954 sono stati capovolti: per la prima volta infatti è stata una spedizione ufficiale pakistana a tentare di raggiungere la vetta del K2. E a loro supporto ci sono stati gli italiani.
Ma alla fine Cucchi ha fatto molto più che aiutare, riuscendo ad andare con i ragazzi pakistani in cima agli 8611 metri della “montagna degli italiani”.

Per informazioni caibiella@caibiella.it, sede CAI a Biella, via Pietro Micca 13, tel 01521234.

Bollettini Meteo

Visto l'alto numero di incidenti in motagna a causa di valanghe, il C.A.I. Sezione di Biella ricorda a tutti gli Amici della Montagna di verificare i bollettini meteo e valanghe prima di effettuare un'escursione.
Regione Piemonte:
Bollettini
Bolletini Valanghe

Regione Valle d'Aosta
Bollettino meteo
Bollettino neve piste da discesa
Bollettino Valanghe


Rifugio Rivetti
Funivie di Oropa

Torna ai contenuti | Torna al menu