Gli Alberi – silenziosi e saggi accompagnano la nostra vita suscitando riflessioni e ricordi

ART_29042016_locandina_7 maggio Elena Accati_low_400Maggio è il mese della primavera, quello in cui diventa difficile non sentire il richiamo della montagna. Da diversi anni, ormai, il Gruppo Escursionistico del Cai Biella, lo dedica a un tema specifico. Per il 2016 protagonisti saranno gli Alberi. 

La letteratura, su questi silenziosi compagni di tante gite, è sterminata e chi ama la montagna non può non amarli. Non c’è vergogna nel confessare il piacere che possono regalare nell’abbracciarli. E il ricordo corre alla magia della penna di Dino Buzzati nel suo Segreto del Bosco Vecchio o nel misurato lirismo di Arboreto Selvatico di Mario Rigoni Stern.

Gli appuntamenti che il Cai Biella propone per il weekend del 7 e 8 maggio sono:

7 maggio, ore 21, a Palazzo Gromo Losa – Biella Piazzo – Conferenza “Gli alberi, silenziosi e saggi, accompagnano la nostra vita suscitando riflessioni e ricordi” -. La botanica Elena Accati, una delle più profonde conoscitrici del mondo vegetale, svilupperà questo tema nel corso di una conferenza ad hoc che si è scelto di tenere nella suggestiva cornice del Palazzo che si affaccia su uno dei più bei giardini del Biellese.

8 maggio – ritrovo ore 8.30 piazza San Biagio, Biella – Escursione “Passeggiata tra le borgate, i boschi e gli alpeggi della Valle Cervo” . 

Con la guida d’eccezione di Elena Accati, si andrà a conoscere gli alberi che hanno accompagnato per secoli la storia e la vita delle genti di questa valle e non solo. L’escursione è aperta a tutti.

Citando Carl Jung, Elena Accati sostiene che «noi siamo molto più affini agli alberi di quanto pensiamo: infatti abbiamo piedi ben saldi nel terreno e la testa tra le nuvole». Basandosi poi su dati scientifici – scoperte recenti effettuate in Israele, in Canada e presso il CNR di Firenze – parlerà di come le piante siano dotate di consapevolezza, di capacità di adattamento, di frugalità, di altruismo, di attrazione e anche,  ahimè, di invadenza. Tutti vizi e virtù a cui l’uomo può ispirarsi e imparare. Non per niente si dice che gli alberi siano maestri di vita. Senza di loro non potremmo vivere, mentre loro sono esistiti assai prima di noi e continueranno ad esistere anche quando noi non ci saremmo più. Gli alberi costituiscono per ognuno di noi un filo verde di ricordi: quanti episodi lieti e tristi sono legati proprio alla loro presenza!

Nella speranza di un meteo favorevole vi aspettiamo numerosi!