Con Gian Luca Cavalli in vetta alla Cima Biella

Appuntamento da non perdere quello di giovedì 3 maggio, ore 21, all’auditorium di Città Studi a Biella (Corso Pella 2).

Il nostro socio Gian Luca Cavalli, alpinista, accademico e istruttore nazionale di alpinismo alla Scuola Guido Machetto, racconterà, insieme ai suoi compagni di cordata Marcello Sanguineti e Michele Focchi, la spedizione TransLimes. I tre amici, insieme all’alpinista laziale Daniele Nardi, all’inglese Tom Ballard e alla sorella Kate, al sudafricano Cuan Coetzee e al fotoreporter Pierluigi Marini, lo scorso agosto hanno esplorato  una regione ancora intatta del Karakoram, in Pakistan.

In una valle al confine tra Pakistan, India e Cina, Cavalli ha scalato due vette ancora inviolate. Ad una, un’elegante guglia di granito alta 5050 metri, è stata data il nome di cima “Città di Biella”.

Al suo rientro a Biella, Gian Luca Cavalli è stato ricevuto dal Consiglio Comunale ed il sindaco Marco Cavicchioli ha inscritto il suo nome nell’albo d’onore della città.

Questa volta l’obiettivo è una magnifica guglia di granito che si staglia sulla sinistra orografica e supera di poco i 5 mila metri. Sarà una scalata su roccia pura, quindi prepariamo gli zaini abbondando con chiodi, out, friend e “ferraglia” varia. Il 21 mattina (21 agosto, ndr.) partiamo presto, decisi a chiudere la partita in giornata (…) Tiro dopo tiro, il meraviglioso granito di questa valle sospesa ci regala una via elegante su una struttura esteticissima, con difficoltà fino al 6b+ della scala francese… che, a 5 mila metri di quota e con il “mazzo” dei giorni precedenti ancora non smaltito, non ci sembra una passeggiata. Battezziamo la vetta “Punta Città di Biella” e la via aperta “Via delle Poiane” (450m., 6b+/TD+). Una lunga serie di doppie ci deposita sul ghiacciaio e arriviamo alla tenda con le ultime luci. Dal resoconto della spedizione pubblicato sul Brich e Bocc n. 83 dicembre 2017 

Alla spedizione organizzata dal Cai Biella hanno contribuito il Rotary Vallemosso, il Lions Biella Valli Biellesi ed il Lanificio Giuseppe Botto./Users/andreaformagnana/Desktop/LOCANDINA_CIMA-BIELLA_ok_low.jpg